Lucy Feria: Il riassunto degli episodi finora pubblicati.

Quello che segue è lo stringato riassunto delle puntate precedenti, così da riprendere le fila del racconto. Se non ricordate proprio nulla o se non avete mai letto neanche una pagina consiglio di leggersi gli episodi  che trovate sia in .pdf che consultabili online sul blog. A presto per la prossima pagina!

Una ragazza bellissima si aggira spaesata tra le strade di New York immersa nel marasma di persone tipico della metropoli americana. Non sa dove si trova e segue delle indicazioni trovate in un biglietto che ha con sè, non ricorda nulla se non che sta camminando da un paio d’ore. Non ha occhi, o meglio li ha completamente bianchi, eppure ci vede benissimo e giunge a destinazione, lo studio di un avvocato di nome Aaron LaVey. L’avvocato la riceve subito e le indica che quello che sta vivendo altro non è che un gioco. Fa un ampia dissertazione sulla futilità della vita degli esseri umani, alterando le percezioni di Lucy; sempre più confusa continua a fare domande che resteranno senza risposta. L’avvocato le rivela di una non specificata guerra fra fazioni, chiarendo che Lucy deve solo mischiarsi agli umani, eseguendo il suo volere. Prima di materializzarla in un altro luogo La Vey le comunica di non rivelare la sua condizione di “giocatrice” a nessun essere umano, pena l’immediata cessazione della sua esistenza.(EP1)

Lucy si risveglia in vicolo, ricordando tutto e malferma sulle gambe, raggiunge un centro di accoglienza per senza tetto, dove viene assistita da una suora. Nel frattempo La Vey sta parlando con una donna alla quale svela che ha raccontato “all’altra” di trovarsi in una “partita” tra due schieramenti, ma è una balla. Chiama la giovane donna a svolgere il suo ruolo di antagonista e di sfogare il suo sadismo nei confronti di Lucy, sfruttando il vantaggio di conoscere la verità. La donna misteriosa si materializza di fronte all’istituto nel quale Lucy sta trascorrendo la notte e le augura di dormire bene, visto che l’indomani avrebbe ricevuto il suo primo “regalo”.

Il mattino seguente Lucy si sveglia in una pozza di sangue fuoriscito presumibilmente dalla sua vagina, visto che non è ferita e la zona insanguinata è proprio quella. Grida e implora un aiuto dalla suora che l’aveva accolta la sera prima, la suora accorre ma non appena ha visto cosa è accaduto viene “posseduta” da La Vey che esce dalla bocca della suora come aria. L’avverte di nuovo di non rivelare nulla a nessuno e alle domande di Lucy risponde che la sua avversaria ha già segnato un punto e scompare. La suora perde i sensi e Lucy si arrovella di mille domande, soprattutto inerenti alla sua presunta “avversaria”, decide poi nonostante il mal di testa di lavarsi ed abbandonare il posto dove si trova, rispettando i dettami di normalità che le sono stati imposti. Mentre si sta facendo una doccia, la sua “antagonista” si avvicina insultandola e alle sue minacce Lucy reagisce saltandole addosso. L’Antagonista schiva il suo goffo attacco e le fa vomitare sangue senza neanche toccarla dimostrando di possedere caratteristiche fuori dal comune. Lucy è sempre più confusa e stordita, ma non vuole cedere, nonostante la sua condizione di manifesta inferiorità. La sua nemica allora sempre schernendola la porta via “accartocciando” in una bolla la realtà che le circonda.

La Vey riflette sulla sua brama di provare l’emozione della vita, senza che si possa capire come intenda fare ciò.(EP2)

Lucy si riprende (di nuovo!) trovandosi seminuda, legata ad una grossa X di legno ed imbavagliata, alla maniera delle pratiche Sadomaso più estreme. Frammenti di pensieri incoerenti anticipano il suo risveglio e si trova di fronte la sua “nemica” che inizia a frustarla con un piccolo frustino. La prima dolorosissima frustata fa soffrire moltissimo Lucy ma ha anche un altro effetto. Una visione di donna molto simile a lei le passa nel cervello. Ad ogni frustata questa visione cambia, ma la donna è sempre la stessa, e Lucy non riesce a reagire, sebbene abbia ancora la volontà di farlo. La sua torturatrice le causa un nuovo getto di sangue dalla bocca che strappa il bavaglio di Lucy per l’enorme pressione. Ormai priva di forze Lucy china il capo, mentre la sua Antagonista continua a vessarla. Nella stanza con loro c’è anche La Vey che si sta presumibilmente godendo la scena, interferisce con i pensieri di Lucy. Scopriamo proprio dai pensieri di La Vey che la nemesi di Lucy si chiama Angela Ann, la quale sta picchiando Lucy a mani nude causando una reazione inaspettata: a Lucy spuntano due ali enormi da pipistrello dietro la schiena, per la grossa rabbia scatenata da questa situazione insensata, quindi anche lei ha qualche qualità “speciale”. La stupita Angela Ann non fa che ripeterle che non è così che dovrebbe andare, Lucy deve cadere, senza condizioni! La neo-alata Lucy si getta con un balzo su Angela Ann, serrandole le mani intorno al collo. La Vey interviene indicando a Lucy che non è quella la strada giusta per lei, dovrebbe vivere in maniera diversa quel momento così particolare, non sprecare questi momenti con “una reazione bidimensionale come l’odio”, svelando i particolari dei loro particolari poteri, che esse amministrano autonomamente pur se dipendenti da lui. Ora infatti Angela non riesce a farla sanguinare a comando, Lucy rimane dubbiosa per un attimo di troppo e la sua avversaria ne approfitta scrollandosela di dosso. Il dubbio, la paura intaccano il loro potere ed esitare non è il modo giusto di comportarsi come spiega loro La Vey, Lucy allora prima che i due possano di nuovo piegarla e farle del male si allontana sfondando una finestra e volando via nella notte.(EP3)

Lucy è appollaiata sul tetto di un palazzo, riflettendo sugli assurdi avvenimenti delle ultime ore, chiedendosi cosa siano quelle visioni che ha avuto nel momento del dolore massimo delle frustate ma più di tutto si domanda cosa fare. Intanto L’avvocato intanto la osserva guardando una fiammella sul palmo della sua mano, mentre Angela Ann gli riversa tutto il suo disappunto. Lei doveva essere la sua torturatrice, Lucy doveva soffrire e basta, niente ali e niente fuga, i patti erano chiari! La Vey piuttosto bruscamente afferra il volto di Angela con una mano ribadendo che lui non stipula patti con nessuno, e lei deve esattamente fare come dice lui se vuole continuare ad esistere.

Lucy nel frattempo sembra affrontare i suoi problemi uno per volta: rimasta nuda si infila in un magazzino di vestiti per cercare qualcosa con cui coprirsi(era rimasta completamente nuda a causa delle sue ali), ma le ali improvvisamente come erano apparse scompaiono, ritirandosi quasi in una luce abbagliante. Sempre più incredula, si riveste alla meglio con i vestiti all’interno del magazzino, ma non appena ha completato l’opera i suoi vestiti si trasformano in quelli che indossava prima di essere portata via dall’istituto. Irrompe nel magazzino Angela Ann che furiosa la attacca facendola vomitare di nuovo, ma Lucy stavolta rimane in piedi e anzi invita la sua aguzzina a farlo di nuovo, ad attaccarla. Ma Angela impietrita dallo stupore viene colpita ripetutamente da Lucy e messa praticamente al tappeto.

Finchè non ricompare per l’ennesima volta l’avvocato La Vey che interrompe il primo momento di gloria di Lucy.(EP4pt1)

La Vey tiene per un orecchio Lucy che ha la testa percorsa da ricordi di lamiere, freddo e immagini di una donna bruna che adesso sembrano appartenerle. La Vey chiama le visioni “ricordi”, nella confusione Lucy ingiuria pesantemente La Vey, mentre Angela fuori di sé si getta contro l’avvocato il quale senza neanche guardarla la fa stramazzare a terra morta per un attimo. Il temibile avvocato ripiega la realtà proprio come aveva fatto Angela Ann e porta via le due vittime al cospetto di una bellissima donna inguainata in una strettissima tuta di latex. Leona S. sembra molto in confidenza con La Vey, il quale sprona la nuova arrivata a farsi “un assaggino”. Lei non se lo fa ripetere due volte e picchia Angela Ann con un calcio violentissimo sul volto. Lucy rimane di sale, domandosi cosa l’aspetta ora…

Altrove una donna molto bella si sta rivestendo, mentre un uomo finge di dormire.(Ep5pt2)

-C O N T I N U A-

Annunci

2 thoughts on “Lucy Feria: Il riassunto degli episodi finora pubblicati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...